CUNEO
 

Sociale e sanità della Granda

Sociale e sanità della Granda

Sociale e sanità della Granda

Proposte per un piano strategico transfrontaliero

Categorie: da Confcooperative Cuneo

Tags:

“Stiamo lavorando ai contenuti di un progetto che possa convogliare risorse e innovazione in ambito sociale e sanitario. Abbiamo alle spalle un anno di lavoro, di idee e di proposte focalizzate sulle reali necessità della nostra provincia che comporranno un progetto adatto, ad esempio, ad essere inserito nel quadro dei prossimi Piani Integrati a carattere tematico previsti dal programma di cooperazione transfrontaliera Alcotra. Per avere l’opportunità di presentare il progetto, serve l’appoggio istituzionale della Regione Piemonte, chiamata a rivestire il ruolo di regista e supportata dagli enti territoriali nella realizzazione delle iniziative”. È questa la nota rilasciata dal gruppo di lavoro, composto dai rappresentanti dei Consorzi socio assistenziali della provincia, delle ASL CN1 e CN2, di Coldiretti, Confcooperative e UECoop, che si è riunito il 9 marzo a Fossano per un incontro straordinario.

Circa un anno fa questi soggetti hanno deciso di costituire un gruppo di lavoro pro bono con lo scopo di individuare delle soluzioni adatte a integrare i servizi socio-sanitari locali, e un modo per renderle operative. Da questa sinergia tra pubblico e “privato sociale” sono nati quattro tavoli tematici che hanno l’obiettivo di produrre un progetto interregionale e transfrontaliero che, per come si sta definendo, potrebbe accedere alle risorse che saranno destinate ai Piani Integrati Tematici.

I PITEM sono piani integrati monotematici, con ricadute sul lungo periodo, capaci di generare impatti su tutta la frontiera ALCOTRA o su gran parte di essa (Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta; Rhone Alpes e Région “Paca”, Provence-Alpes-Côte d'Azur). Lo scopo del progetto è affrontare in maniera organica alcuni dei problemi che da tempo affliggono questi territori, e la Granda in particolare: disoccupazione, inoccupazione, malessere individuale e sociale, forme di povertà che si moltiplicano e si sovrappongono, aree rurali e montane private dei servizi di base che, lentamente ma inesorabilmente, si spopolano. Per garantire l’efficacia delle proposte, le iniziative sono state organizzate per temi: promozione della salute e del benessere individuale, attività di cura nei territori montani e rurali, giovani e lavoro, sviluppo delle comunità locali.

“Con l’interesse e l’impegno della Regione porteremmo a compimento la presentazione di un piano di intervento che potrebbe cambiare, grazie alle azioni di scambio e di messa in rete di buone pratiche, il futuro della nostra provincia e dei suoi abitanti” conclude la nota del gruppo di lavoro, sottolineando, infine, come la collaborazione verso un obiettivo comune potrebbe allargarsi anche ai Piani Integrati Territoriali (PITER). In un’ottica collegiale, gli enti promotori (istituzioni, enti e organizzazioni della Granda) potrebbero dedicare uno dei progetti presenti all’interno del loro PITER all’integrazione dei servizi socio-sanitari esistenti o, quantomeno, tenere in considerazione la necessità di inserire un nuovo welfare efficace e funzionale  all'interno della progettazione pensata per lo sviluppo del territorio e la sua sostenibilità futura.

 

 

Comunicato  a firma di

· ASL CN1

· ASL CN2

· Consorzio Monviso Solidale

· Consorzio per i Servizi Socio-Assistenziali del Monregalese

· Consorzio per i Servizi Socio-Assistenziali Valli Grana e Maira

· Consorzio Socio-Assistenziale Alba - Langhe - Roero

· Consorzio Socio-Assistenziale del Cuneese

· Unione Montana delle Valli Mongia e Cevetta – Langa Cebana – Alta Valle Bormida

· Coldiretti Cuneo

· Confcooperative Cuneo

· UECoop

 

Tag:

iTAGleNOTIZIE

lePUBBLICAZIONI

leINIZIATIVE

iPROGETTI

ilCALENDARIO

«giugno 2018»
lunmarmergiovensabdom
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
2345678



CONFCOOPERATIVE CUNEO
Via Cascina Colombaro, 56
12100 CUNEO
t +39 0171/451711
cuneo@confcooperative.it