CUNEO
 

Giornata formativa “Il metodo SAS (Sviluppo abilità sociali)"

Giornata formativa “Il metodo SAS (Sviluppo abilità sociali)"

Giornata formativa “Il metodo SAS (Sviluppo abilità sociali)"

Un metodo di terapia occupazionale a carattere transdisciplinare per le persone con autismo e le loro famiglie

Categorie: dalle cooperative

Tags: Cooperativa Momo

Momo Società Cooperativa Sociale, in collaborazione con Asl CN1 e CN1 formazione (provider crediti formativi ecm), organizza una giornata formativa rivolta ad educatori professionali, insegnanti, logopedisti, neuropsicomotricisti, psicologi, psicoterapeuti, operatori socio-sanitari dal titolo:
"Il metodo Sas (Sviluppo abilità sociali): un metodo di terapia occupazionale a carattere transdisciplinare per le persone con autismo e le loro famiglie." a cura della formatrice Emanuelle Rossini Drecq. La giornata si terrà il 7 novembre 2015 presso la sala incontri La Guida dalle ore 9.00 alle ore 17.00.

L'evento è realizzato grazie al finanziamento della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino
Presentazione giornata formativa:

Il metodo SAS (Sviluppo Abilità Sociali): un metodo di terapia occupazionale a carattere transdisciplinare per le persone con autismo e le loro famiglie. Guardarsi e capire le emozioni gli uni degli altri, è una capacità straordinaria dell’essere umano. Prima delle competenze sociali, infatti, si ha la cognizione sociale, ovvero quella sintonia sociale ed emotiva che si manifesta in forme semplici già nei primi mesi di vita per poi assumere forme sempre più complesse grazie ed attraverso la semplice esposizione alla vita sociale.

L’organizzazione dell’esperienza sociale è dunque un processo evolutivo, non separabile dallo sviluppo cognitivo, oggi sempre più studiato e conosciuto, grazie anche alle ricerche neurofisiologiche sui neuroni a specchio. Nel bambino con autismo però qualcosa nello sviluppo del rapporto relazionale biunivoco, s’ inceppa. Da queste considerazioni e basandosi sulla teoria della simulazione incarnata del Prof. Gallese (2006) del Dipartimento di Neuroscienze dell'Università di Parma, Emmanuelle Rossini Drecq, ergoterapista e ricercatrice, ha sviluppato un intervento innovativo e specifico per lo sviluppo delle abilità sociali: il metodo S.A.S.

La metodologia prevede più fasi attuative: si sviluppa partendo da una sollecitazione socio-percettiva, precoce ed intensiva, all’attenzione del viso e delle sue espressioni, amplificate sia dal volto dell’operatore ( parte mobile, stimolo dinamico) sia dall’uso di una marionetta ( parte immobile, stimolo statico) fino alla drammatizzazione socio-cognitiva, di situazioni di vita sociale giocate. L’esperienza sociale in corso così rallentata, replicata e analizzata permette al bambino con autismo di cogliere e capire meglio situazioni di vita migliorando così la comprensione sociale. I dati di validazione del metodo sono incoraggianti, i bambini che hanno svolto il training mostrano un significativo aumento delle prestazioni di comprensione delle emozioni. Sarà quindi interessante conoscere il metodo S.A.S dalla voce e dal racconto

dell’ideatrice Emmanuelle Rossini Drecq.

 “... e poi il primo ridere assieme... lì è il miracolo, è la meraviglia.” Emmanuelle Rossini Drecq, ergoterapista SUPSI – DSAN

L'evento è inserito all'interno del progetto integrAzioni che si propone di sviluppare servizi educativi abilitativi a favore di minori autistici, di supporto alle loro famiglie e di formazione qualificata per gli operatori. Grazie al finanziamento della Fondazione CRT il progetto coinvolge oggi una ventina di famiglie.

Per informazioni sul programma della giornata potete consultare il sito www.coopmomo.it

iTAGleNOTIZIE

lePUBBLICAZIONI

leINIZIATIVE

iPROGETTI

ilCALENDARIO

«settembre 2018»
lunmarmergiovensabdom
272829303112
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
1234567



CONFCOOPERATIVE CUNEO
Via Cascina Colombaro, 56
12100 CUNEO
t +39 0171/451711
cuneo@confcooperative.it